Nasce nel maggio 1991 in una sonnacchiosa cittadina pugliese. Passa l’infanzia alternando Superquark ai Simpson, leggere libri al “costruire cose” con i lego.

L’indecisione è uno dei suoi pregi, per questo si laurea prima in ingegneria gestionale e poi meccanica al Politecnico di Bari.

Ama il mare e l’Irlanda, ma vive a Torino, dove per lavoro fa robe con il laser.

Ha iniziato a scrivere perché stufo di discutere con la gente del “te lo dico io che nessuno è mai stato sulla luna” e altri complotti leggendari…

Tra gli altri hobbies ama nuotare, strimpellare strumenti musicali e venire male in foto, come potete notare.

Account social:

Musica nello spazio: perché lassù nessuno può sentirci?

Immaginate di trovarvi a fare autostop galattico insieme a Arthur Dent e Ford Prefect verso la stella Betelgeuse, riferimenti non del tutto casuali a “Guida galattica per autostoppisti”. All'improvviso, mentre attraversate lo spazio profondo, da un punto non precisato si diffondono le note di “Also sprach Zarathustra” di Richard Strauss, suonata dal vivo da un’orchestra di alieni.

Continua a leggere
Chiudi il menu