Perché virus e batteri NON sono la stessa cosa?

Ok, vi capisco, specialmente per chi è del mestiere o ha anche solo un minimo di cultura scientifica, questa può sembrare una domanda davvero stupida.

[di CDC da Unsplash]

Ma fidatevi, non lo è.

Per quanto si sia tentato di spiegare che i virus e i batteri non sono identici, che le differenze sono incredibili, ci sarà sempre qualcuno che, convinto di avere la verità in tasca, alzerà gli occhi al cielo e vi liquiderà con fare sbrigativo pronunciando le temibili parole:

Va beh, che poi son la stessa cosa, no?

NO!

La prima importante e fondamentale differenza che c’è fra queste due categorie è che i batteri sono esseri viventi, monocellulari (quindi formati da una singola cellula), in grado di replicarsi autonomamente, mentre i virus no.

Questi ultimi, infatti, per potersi riprodurre hanno bisogno di essere all’interno di un ospite: in caso contrario possono rimanere in una specie di “stallo” per un lasso di tempo che può variare da pochi secondi a qualche giorno nell’ambiente esterno.

Recentemente si sono sviluppate teorie che vedono i virus come una sorta di “esseri” vera e propria e non privi di vita, ma tutto è molto nebuloso e ci sono ampi dibattiti a riguardo.

Tornando alle differenze, anche la loro struttura è molto diversa: mentre il batterio ha tutti gli elementi caratterizzanti una cellula vivente, il virus è composto esclusivamente dal materiale genetico (DNA o RNA) racchiuso in un involucro di proteine che prende il nome di “capside”, che a sua volta può essere circondato da un’ulteriore membrana chiamata “pericapside”.

Essendo “povero di componenti”, le sue dimensioni sono notevolmente più piccole di quelle di un batterio, per cui i virus sono visibili solamente al microscopio elettronico.

È vero: sia batteri che virus possono causare infezioni a livello locale – ad esempio, andando a colpire solo il tratto gastro intestinale dell’organismo – o sistemico e trasmettersi per vie identiche, ma le cure a cui sottoporsi nel caso ci si infetti con l’uno o l’altro, sono completamente diverse.

Quante volte avrete sentito (o ripetuto voi stessi) che in caso di influenza non si deve prendere l’antibiotico, se non per insorgenza di complicazioni secondarie?

Questo perché l’Influenza è una patologia causata da un virus appartenente alla famiglia degli Orthomyxoviridae, per cui gli antibiotici sono completamente inefficaci, così come per qualsiasi altro virus!

E allora, in caso di infezione, con cosa ci si può curare? Con farmaci appositi, ovvero gli antivirali!

Tenendo a mente queste differenze è ora facile capire perché si sconsiglia sempre caldamente l’autosomministrazione di antibiotici: si corre il rischio di prendere medicinali non necessari e andare ad aumentare il pericolosissimo fenomeno dell’antibiotico resistenza.

_

Tilde

Fonti e approfondimenti:

  • pagina dell’Istituto Superiore di Sanità a riguardo;
  • pagina dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Venezia a riguardo.

Lascia un commento

Chiudi il menu